Brunello Cucinelli: tra etica e coerenza

Fa scalpore in questo periodo di crisi economica, tagli del personale e chi più ne ha più ne metta che un imprenditore, Brunello Cucinelli, abbia deciso di dividere i 5 milioni di utili derivati dalla quotazione in Borsa dell’azienda con i suoi 783 dipendenti.

Per chi non sapesse chi è Brunello Cucinelli è un brand di lusso, sinonimo di artigianalità e qualità conosciuto soprattutto per i cashmere, oggi uno dei brand più esclusivi nel settore della moda casual-chic a livello mondiale.

Fa scalpore la notizia della “super tredicesima” anche se si conosce la filosofia e l’etica dell’azienda, che punta sul “rispetto della morale umana” all’interno dell’azienda.

Forse, fa così scalpore, perché siamo abituati a sentire tante parole e pochi fatti. Ci stupiamo quando esistono persone coerenti, che stimolano i loro dipendenti con bonus e premi produzione.

Come si pensa che un’azienda possa andare avanti, crescere, svilupparsi e dia buoni risultati se non s’invoglia il personale e si premia una volta raggiunto l’obiettivo?

Oppure, oppure è solo un modo per abbassare la percentuale di tasse da versare allo stato, in contrapposizione dello scatto di aliquota IRPEF che i dipendenti sono costretti ad assimilare con il sostanzioso “Regalo di Natale”?

Bah, chi può dirlo. Il fatto resta comunque questo: in un periodo in cui c’è chi centellina anche le briciole, ci saranno 783 persone che metteranno sotto l’albero un bel maglioncino di Cashmere!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...